Recensione: Case Barebone Army

text60-intro

Nuovo giorno, nuova recensione.

Oggi recensiremo un case anonimo…
Non ha nome, o meglio, un nome ce l’ha ma non esiste nel vasto mondo di internet.
Noi lo chiameremo come riportato dalla fattura fiscale: Barebone Army.

Iniziamo dall’imballaggio.
Semplicissimo scatolone marrone con grafica semplice, la “nota” marca e…
Basta: non viene riportata neanche una minima specifica tecnica.
Il case è imballato con le classiche coperture in polistirolo e una busta in plastica trasparente.

Gettato via l’imballaggio e tirato fuori il case, vediamo come si presenta:
la colorazione è nera, con delle “spazzolature” verdi che danno un bell’impatto visivo e lo rendono più aggressivo; nella paratia laterale troviamo due rettangoli a nido d’ape, che consentono l’alloggiamento di 2 ventole da 120 mm.
Nella parte opposta si trova solo una bombatura per il cable management.

Frontalmente abbiamo 3 bay da 5,25″, di cui uno predisposto per l’alloggiamento del lettore ottico e, nella parte inferiore, in cui troviamo 1 ventola preinstallata da 120 mm, i fori per il ricircolo d’aria.

Nella paratia posteriore abbiamo lo spazio apposito per il backplate della scheda madre, 2 fori per il raffreddamento a liquido, senza protezioni in gomma, texture a nido d’ape per una ventola da 80mm, 7 alloggi pci e lo spazio per l’alimentatore posto in basso.

Sopra il case abbiamo i classici fori per la ventola da 120 mm, 2 usb 2.0, 1 usb 3.0, jack per audio e microfono, lettore di schede SD/Micro SD, led di stato, tasto accensione e reset. Troviamo anche una maniglia incavata per il trasporto, della quale non consigliamo l’utilizzo data la sua fattura economica.

Passiamo alla parte interna, in cui è presente la predizione ad ospitare schede madri Atx, Micro Atx e Mini Itx.
Nella parte inferiore abbiamo l’alloggiamento per l’alimentatore, (nel nostro prodotto manca un gommino antivibrazione).
All’interno del case è possibile inserire 2 Hdd/Sdd da 3,5″ o 2,5″ grazie agli adattatori, ma senza quest’ultimi non è possibile inserirne altri e ciò ci obbliga a comprarne altri per espandere l’archiviazione.
Buoni i fori sulla paratia laterale per il cable management, peccato per la mancanza dei gommini di protezione.

Arriviamo alle conclusioni.
Potremmo riassumere semplicemente con gioie e dolori.
Iniziamo con i Pro:

  • Impatto visivo
  • Finiture realizzate abbastanza bene
  • Cable management
  • Lettore SD/Micro SD

Contro

  • Ventola posteriore da 80mm
  • Spazio per HDD
  • Costruzione non perfetta
  • Maniglia di trasporto non solida

Il case alla fine è basilare, fa quello che deve fare, ma non si può e non gli si deve chiedere troppo.
Vorremo consigliare o sconsigliare l’ acquisto, ma online è praticamente introvabile, a meno che non lo si acquisti in un negozio d’informatica casuale.

EDIT 16/07/2017

Lo abbiamo trovato! Il case viene importato da una società Romana di nome ADJ, sotto il nome di ADJ S129E, lo potete trovare direttamente sul loro store cliccando qui

Samuel Rossi

Il "tamarro" del gruppo, appassionato di informatica e tecnologia, venderei anche un rene per aggiungere qualche led al mio PC.

samuelnerd-shelter-com has 44 posts and counting.See all posts by samuelnerd-shelter-com