Ventole: Test e chiarimenti

Ventole, ventole ovunque.
Il mercato odierno si sta letteralmente riempiendo dei suddetti marchingegni rumorosi (chi più e chi meno) imbottiti di quei led che tanto vanno di moda oggi, ma effettivamente qualcuno si sembra essere scordato a cosa servano realmente.
All’interno di un pc (che si rispetti di essere chiamato così) sono di solito presenti 2 o più ventole.
Queste si occupano di creare un ricircolo d’aria interno tale da mantenere fresco quel piccolo inferno, o di raffreddare quelle componenti elettroniche che generano calore, come ad esempio il Processore, e noi non vogliamo friggere il pezzo più costoso del pc solo per aver scelto delle ventole in base al numero di led vero?

Quindi, come cacchio si sceglie una ventola?

Il parametro più importante è senza ombra di dubbio il volume d’aria che la ventola è in grado di spostare, chiamato anche CFM (cubic feet per minute), più è alto meglio è (ovviamente), ma dobbiamo anche trovare un giusto compromesso tra rumorosità e CFM, dato che più una ventola gira veloce, più portata d’aria avrà, ma sarà anche più alto il rumore generato.
I due estremi sono:
-Un pc con un aerazione della madonna rimpinzato di ventole a 3000 RPM (Rotation per minute) ma che sembra un Jumbo Jet in partenza.
-Un pc, sempre pieno di ventole, ma di scarsa fattura, che hanno un valore di CFM molto basso, che quindi diventano (quasi) solo ornamentali.

Ci siamo messi al lavoro per aiutarvi a districarvi un po’ meglio in quell’infinito catalogo di ventole disponibili sul mercato, cercando anche di capirci qualcosa di più noi stessi.
Abbiamo tirato fuori il nostro Testbench con un dissipatore che supportasse ventole da 120 millimetri, e abbiamo provato un po’ di ventole (11 per la precisione).

Configurazione di test:

Scheda Madre Asus M5A97 Rev 2.0
Processore AMD Fx4300 @4.1 GHz
RAM 6 Gb 1333 MHz Corsair Xms3
Scheda Video GeForce Gt440 Reference
Dissipatore Raijintek Themis 120
Alimentatore Kraun 500 W

 

Test:

Tutti i test eseguiti sulle ventole si sono svolti su di un sistema aperto (Testbench), con una temperatura ambiente di 20°.
Abbiamo effettuato diverse misurazioni: temperatura ad un range di giri uguale per tutte le ventole (1020 Rpm) per testare l’efficienza di ognuna di esse, temperatura ai massimi giri raggiungibili dalla ventola, rumorosità misurata in “pseudo-decibel (misurazioni eseguite tramite app da Huawei Mate 8, giusto per avere dei valori di riferimento) e, ultimo ma non meno importante, prezzo.

Come possiamo vedere dai test, la Noctua Industrial 3000 domina indiscussa sul fronte temperature, anche se va detto che alla velocità massima, raffredda sì un sacco, ma sembra un Boeing 747 al rullaggio, che potrebbe diventare fastidioso alla lunga.

Anche qui la Noctua Industrial domina, sopratutto sul prezzo, costando infatti ben 24,99 euro (L’UNA). Ci ha stupiti invece la Arctic Liquid Freezer, che considerato il costo, ha il miglior rapporto prezzo-prestazioni di tutte le ventole provate.

Abbiamo stilato infine una piccola classifica per riassumere un po’ il succo dell’articolo.

Ventola più silenziosa Gammec FG32
Ventola più performante Noctua Industrial 3000
Ventola più bella Gammec FG32
Ventola più efficiente Arctic Liquid Freezer
Miglior qualità costruttiva Noctua Industrial 3000
Ventola più economica Arctic Liquid Freezer
Ventola con miglior rapporto prezzo/prestazioni Arctic Liquid Freezer